Aprire una fumetteria conviene? Come fare, guadagni, costi

Aprire una fumetteria conviene? Come fare, guadagni, costi

Vediamo come aprire una fumetteria, i costi da affrontare, i potenziali guadagni, il franchising, l’apertura della Partita Iva, ecc.

Aprire una fumetteria è il sogno di quanti amano il mondo dei manga, degli anime e dei fumetti in generale, e vorrebbe anche trarci un profitto dalla propria passione.

Ovviamente, i sogni devono sempre fare i conti con la dura realtà costituita da costi, burocrazia, concorrenza, ecc. Ma è anche vero che questo settore da qualche anno è in continua crescita, complice una rinverdita passione per i fumetti anche grazie ai vari film Marvel e Dc Comics dagli anni 2000 in poi, ormai veri protagonisti nelle multisale.

Vediamo dunque come aprire una fumetteria, i costi da affrontare, i potenziali guadagni, l’opzione del franchising, l’apertura della Partita Iva e a conti fatti, se conviene davvero.

Come aprire una fumetteria: l’iter burocratico

Arriviamo subito al sodo. Come per tutte le attività commerciali, anche aprire una fumetteria comporta degli obblighi fiscali e commerciali.

Innanzitutto bisogna scegliere la forma giuridica: se vogliamo operare come un’impresa individuale oppure sotto forma di una società di persone. Dipende dalle nostre ambizioni, ma anche se abbiamo dei soci, ecc.

Occorre poi aprire un conto corrente della fumetteria, e abbonarsi a un circuito per i pagamenti contactless.

Importante poi aprire la partita IVA presso il registro delle imprese della Camera di Commercio. Questo passaggio può anche essere espletato in autonomia, ma il consiglio è di riferirsi a uno studio commercialista, sia per la scelta del giusto codice Ateco, sia per tutte le incombenze fiscali che arriveranno ad attività in corso.

Bisogna poi comunicare l’inizio attività (SCIA) al Comune di competenza, almeno 30 giorni prima dell’apertura effettiva del negozio. Chiedere poi altre eventuali autorizzazioni, come l’installazione di insegne o la realizzazione di eventi all’interno dello spazio dedicato agli appassionati del settore (giochi di ruolo, raduni, ecc.)

Altro passaggio obbligatorio è l’iscrizione alla Camera di Commercio dell’impresa presso l’ufficio territorialmente responsabile: servirà per ottenere la visura camerale e l’autorizzazione ufficiale per operare.

Occorre infine inquadrare i dipendenti presso l’INPS e all’INAIL sia per la gestione pensionistica sia per le assicurazioni.

Ovviamente occorre anche scegliere il locale giusto dove aprire, che dovrebbe essere piuttosto ben in vista, fronte strada e con facilità di parcheggio, oltre che adeguatamente grande rispetto a quanto si andrà ad esporre. Va da sé che più requisiti soddisfa, più costerà l’affitto.

Il locale a sua volta dovrà ottenere il beneplacito di ASL e Vigili del fuoco riguardo le normative igienico-sanitarie e la sicurezza e le norme anti-incendio.

In caso volessimo vendere anche snack e bibite dovremmo poi ottenere altre licenze a parte.

Quanto costa aprire una fumetteria

Una stima precisa non si può fare poiché alcune voci di costo dipendono anche dalla nostra scelta personale. Su tutte, la grandezza del locale, il tipo di prodotto e servizio che intendiamo esporre (limitarci solo all’esposizione di fumetti o vendere anche action figure, organizzare game time con appassionati, ospitare personaggi famosi del settore, vendere snack e bibite, ecc.), così come la grandezza e posizione del locale, il numero di dipendenti, ecc. Oltre poi a tutti i costi burocratici.

Diciamo che si parte da una cifra minima di 30.000-40.000 euro.

Un costo molto importante è quello dell’inventario iniziale: fumetti, action figure, gadget e altro merchandising per riempire il negozio.

Bisognerebbe poi spingere molto nel pubblicizzarsi: sui Social, volantinaggio, cartellonistica. Nonché avviare un sito web per consentire anche la vendita online.

Per il primo e l’ultimo potremmo scegliere se affidarci a un Social media manager e a un webmaster oppure procedere da soli. Magari con un po’ di passione e pazienza ci si può auto-pubblicizzare sui vari Social rispettando per ciascuno il taglio giusto. Mentre per il sito web non mancano piattaforme con vari servizi freemium (ovvero gratis e a pagamento) per fare da sé.

Alcuni costi possono essere abbattuti optando per il Franchising, che vedremo a breve.

Quanto si guadagna con una fumetteria

Non è facile stimare quanto si guadagna con una fumetteria. Ovviamente, più prodotti e servizi offriamo, più potremmo aumentare i margini di guadagno.

Per esempio, potremmo affittare il locale a gamer per giochi di ruolo o da tavolo o semplici raduni. Potremmo anche organizzare eventi a pagamento, per esempio ospitando fumettisti, disegnatori, editori, attori, cosplay famosi, scrittori, ecc.

Così come potremmo aggiungere un bar o, comunque, la vendita di snack e bevande per esempio con un distributore o espositori e frigo.

Un altro mercato interessante proviene da action figure, FunkoPop! e statuine raffiguranti personaggi dei fumetti, cinema, manga e anime. Così come da gadget vari, come zaini e prodotti per la scuola, portachiavi, tazze, t-shirt, felpe sempre a tema.

Per non parlare dei videogame, un mondo che ha sempre attinto dai personaggi fantasy.

Occorre stare sempre al passo con il mercato, le tendenze e le novità. Non fossilizzarsi solo su ciò che ci piace ma proporre soprattutto ciò che vuole la gente, per quanto si discosti dal nostro modo di pensare e dalle nostre passioni. Purtroppo la concorrenza non manca.

Partecipare anche a eventi come il Lucca comics e il Comicon di Napoli, tanto per citarne due. E perché no, anche ad eventi europei o mondiali, spesso anticipatori di tendenze che stanno per arrivare anche in Italia.

Il mondo dei fumetti è in continua evoluzione e bisogna rimanere nella scia.

Aprire una fumetteria in Franchising: come fare e se conviene

Si può sempre optare per il Franchising, il quale, come per tutte le cose, comporta vantaggi e svantaggi. Vediamoli di seguito.

a) Vantaggi di aprire una fumetteria in Franchising:

  • Ci si appoggia a un marchio già noto e ciò abbatte i costi per la pubblicità iniziale e in itinere;
  • Formazione sul settore, assistenza burocratica, allestimento del locale, ecc.;
  • Prezzi vantaggiosi rispetto ai fornitori;
  • Alcuni passaggi burocratici saltano.

b) Svantaggi di aprire una fumetteria in Franchising:

  • Limitate possibilità decisionali, dato che quasi tutte le decisioni e strategie piovono dall’alto;
  • Versamento di una quota d’ingresso e di royalties successive;
  • Se il brand viene travolto da uno scandalo, entra in crisi o fallisce, affonderemo con lui.

Una scelta potrebbe essere quella di iniziare in franchising per qualche anno e, una volta compreso come funziona il settore, ci si potrebbe sganciare. Ovviamente rispettando i tempi contrattuali onde evitare clausole recissorie.

Inoltre, è sempre meglio avvisare qualche mese prima fornitori, dipendenti e clienti del passaggio, onde evitare che sia traumatico.

Quali sono i migliori franchising di fumetteria

Ecco alcuni tra i migliori franchising di fumetteria al momento della scrittura:

Nome FranchisorCosa offreCosti
Games Academy FunsideProgettazione del negozio
Impianto iniziale prodotti
Corso di formazione
Assistenza continuativa
Software gestionale
Merchandising
Occorre compilare un Form di contatti
Il Covo del NerdKnow-how nel settore
Immagine nota
Tutta la documentazione necessaria
Organizzazione del magazzino
Assistenza continua di un esperto personalizzata per i primi 2 mesi
investimento iniziale di almeno 50.000,00 euro.
Occorre un locale di almeno 100 mq.
Games TimePossibilità di accedere a finanziamenti personalizzati, agevolati e in parte con capitale a fondo perduto.
Assistenza da parte di un brand specializzato da anni nel settore.
€ 4.900 iniziali

Conviene aprire una fumetteria? Vantaggi e svantaggi

Vediamo quali sono i pro e i contro di aprire una fumetteria.

a) Vantaggi di aprire una fumetteria:

  • Settore appassionante, fantasioso, molto diverso da tante altre attività imprenditoriali più tradizionali;
  • Settore in crescita da anni, che sta vivendo una seconda giovinezza anche grazie ai tanti film di animazione e Fantasy;
  • Possibilità di variare molto la propria attività cercando diverse fonti di guadagno.

a) Svantaggi di aprire una fumetteria:

  • Concorrenza importante;
  • Tendenze e gusti in continua mutazione, occorre restare sempre al passo;
  • Prodotti spesso costosi e non sempre accessibili per il pubblico giovanile e adolescenziale.

Qui abbiamo parlato di come aprire un’erboristeria.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *